Condividere il bagno - Acquabella
Condividere il bagno

Condividere il bagno

Marzo 2021 | Ispirazione, Consigli

Il bagno è uno spazio in cui la convivenza diventa spesso un problema: far quadrare gli orari, bambini piccoli, bambini più grandi, ospiti… sembra impossibile adattare un unico spazio alle esigenze di tutti. Acquabella vi offre la chiave per far sì che la condivisione del bagno non sia più una sfida.

Quando più persone condividono lo stesso spazio, è difficile che esso soddisfi le esigenze di tutti, ma in Acquabella abbiamo soluzioni che possono risolvere facilmente questo problema, e che possono essere implementate sia in contesti residenziali che ricettivi.

Lavabi: due è meglio di uno

Il primo punto da prendere in considerazione quando si tratta di facilitare la convivenza in bagno è l’uso di più lavabi, soprattutto se diverse persone hanno orari simili.

Un top con doppio lavabo come il modello Integra di Acquabella è il prodotto ideale in queste situazioni: un pezzo unico con due lavabi integrati che ci permetterà di condividere il bagno senza problemi. Possiamo anche optare per il modello Infinity, che offre più opzioni di personalizzazione, come la dimensione del top, la dimensione dei lavabi e l’adattabilità in qualsiasi angolo.

Per chi cerca qualcosa di diverso, perché non optare per diversi lavabi freestanding? Il top Mini, con la sua forma rettilinea, non solo sarà la chiave per imparare a condividere il bagno, ma porterà anche l’essenza del minimalismo in questa stanza. Qualcosa di simile accade quando si opta per il set composto dal top One e dal lavabo On-Top, un elemento d’avanguardia pienamente in linea con la vita familiare.

Vasca da bagno: l’alleata dei più piccoli

I bambini sono pura energia e movimento, e anche se questo ci riempie di gioia, dobbiamo ammettere che a volte rende difficili le attività quotidiane. Una vasca da bagno freestanding ci sarà di grande aiuto per occuparci dell’igiene personale dei più piccoli, non solo per la comodità ma anche perché possiamo trasformare il momento del bagno in un gioco, e quindi creare ricordi indimenticabili. I modelli Lech o Levi, con le loro linee morbide e curve, sono ideali per queste situazioni, perché la vita familiare è compatibile con il design del bagno.

In contrasto con la raccomandazione precedente, dobbiamo aggiungere che se c’è qualcuno che deve usufruire di tutti i vantaggi di una vasca da bagno, sono gli adulti. Avete mai pensato di includere un piatto doccia e una vasca da bagno freestanding nello stesso spazio? Questa soluzione offre la praticità di un piatto doccia e le sensazioni rilassanti di una vasca da bagno. Ma se stiamo davvero cercando un momento di relax, esiste un’altra opzione: includere una vasca da bagno nella camera da letto padronale, come se fosse una suite; una disposizione che trasformerà la stanza in un luogo speciale, un’idea molto raccomandata negli hotel; grazie alla sistemazione di una vasca da bagno freestanding in una camera d’albergo, per un senso di esclusività e per creare uno spazio in cui fuggire dal caos della città.

Arredi: organizzazione per condividere il bagno

Se c’è una cosa di cui si ha bisogno in un bagno condiviso, è spazio per sistemare le cose, in modo che ognuno possa avere a disposizione i propri prodotti abituali. Per una famiglia, raccomandiamo arredi con tanto spazio, come i mobili Urban, disponibili in rovere o bianco opaco. Se siamo una coppia con orari simili, perché non avere due armadi in bagno? Il modello di armadio da bagno Show è più che sufficiente per una persona, e il frontale può essere realizzato scegliendo tra otto texture e oltre 2.000 colori diversi, per giocare con la personalizzazione.

Se prendiamo in considerazione tutti questi dettagli, otterremo il massimo dal bagno, che rimarrà un luogo speciale e, soprattutto, pratico.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi nella tua email le ultime tendenze e notizie relative a Acquabella.

Iscrivimi